top of page

Vi siete mai chiesti cosa si fa nei 15 giorni di festeggiamenti del Capodanno lunare?


Iniziamo dal principio. Il Capodanno cinese richiede un’adeguata preparazione che spesso coinvolge tutta la famiglia, bisogna scacciare le cose negative e lo sporco accumulato durante l’anno, si stiamo parlando delle pulizie di casa. Ed è così che il ventitreesimo giorno del dodicesimo mese del calendario lunare iniziano i “lavori”.


Poi arriva la tanto attesa Vigilia dove le famiglie si riuniscono per il cenone e, allo scoccare della mezzanotte si scoppiano petardi e fuochi d’artificio, per dire addio al vecchio anno e accogliere quello nuovo. Da questo momento la festa di Primavera inizia davvero.


Tradizionalmente il primo giorno dell’anno ci si alza presto, si indossano bei vestiti e si brucia l’incenso per pregare il Cielo, la Terra e gli antenati. Alcune persone fanno visita al tempio per pregare per un anno tranquillo e sicuro. Poi i membri della famiglia cominciano a mandare gli auguri a parenti e amici, un’attività che può durare anche diversi giorni.


Il secondo giorno è chiamato “Giorno dell’inizio anno” e per mantenere i legami familiari è usanza che le giovani generazioni visitino i membri più anziani della famiglia, portando alcuni regali e le buste rosse da dare ai più piccoli.

赤口 (chì kŏu), noto come “Red Dog Day” si riferisce al terzo giorno del primo mese lunare. In tale giorno è facile litigare con gli altri, pertanto per evitare di provocare scontri è meglio restare a casa.


Ci sono diverse leggende legate al quarto giorno. Alcuni popoli lo considerano come il giorno prima del compleanno del dio della Ricchezza e per ricevere fortuna nell’anno a venire bisogna offrire dei doni alla divinità; mentre altri popoli lo chiamano il “giorno della Pecora”, animale creato il quarto giorno nel mito della creazione di Nuwa.

Questo è anche il giorno di accoglienza del Dio della Cucina e per tale occasione si finiscono gli avanzi dei piatti di Capodanno e dei pasti successivi, si riordinano i regali e si pulisce la casa, raccogliendo la spazzatura in un unico luogo.


Il giorno seguente è il 破五 (pò wǔ) Po Wu Festival. In molti credono che al quinto giorno i tabù da rispettare durante i festeggiamenti del Capodanno finiscono o possono essere ignorati ed ecco perché il nome “Breaking Five Festival” (破 pò, significa rottura). Allo stesso tempo si festeggia il compleanno del Dio della Fortuna con un grande banchetto e scoppiando petardi per attirare l’attenzione del dio, garantendo così il suo favore e buona fortuna per tutto l’anno nuovo. Non dimenticativi di buttata fuori la povertà pulendo la casa.

Raccolta tutta la spazzatura accumulata durante i festeggiamenti, nel sesto giorno la si butta per “scacciare il povero fantasma”. Chiamato anche il Giorno del Cavallo, segna l’apertura del commercio, negozi e ristoranti riaprono, ma non prima di aver fatto scoppiare all’ingresso, il più rumorosamente possibili, i petardi.


La leggenda di Nuwa racconta che l’umanità è stata creata dalla dea il settimo giorno, che divenne il compleanno delle persone 人日节 (rén rì jié). In questo giorno, i cinesi indossano il rensheng (un copricapo), mangiano la zuppa otto tesori e le tagliatelle e si dedicano alla poesia.


All’ottavo giorno non si mangiano i cereali cotti per celebrare il miglio, un’usanza che vuole far riflettere sull’importanza all'agricoltura e sulla cura del cibo. Questo giorno è anche la festa di Shunxing, in cui le stelle nel cielo sono più numerose. Un’ottima occasione per insegnare ai giovani a riconoscerle.


Il nono giorno è il compleanno dell’Imperatore di Giada. Seguendo l’usanza popolare le donne preparano, in uno spazio all’aperto, come un patio o cortile, dell’incenso e delle candele per adorare il cielo e pregare per le benedizioni dell’Imperatore Celeste.


Nel decimo giorno del nuovo anno in alcune regioni della Cina viene celebrato il festival della Pietra. Durante questa festività non è permesso spostare pietre e strumenti di pietra, estrarre la roccia dalle montagne e costruire case di pietra, altrimenti si crede che la divinità venga a danneggiare il raccolto. Se in alcuni villaggi bruciano dell’incenso e offrono del cibo per il compleanno del dio Pietra; in altri luoghi la notte del nono giorno, un macigno viene congelato e la mattina seguente dieci giovani correndo, si alternano nel trasportare il grande sasso. Se la pietra non cade a terra ci sarà un buon raccolto nel nuovo anno, mentre se cade è un cattivo presagio.


L’undicesimo giorno è dedicato ai generi e secondo la tradizione il suocero invita a pranzo il marito della figlia.


Ormai mancano pochi giorni alla fine dei festeggiamenti del Capodanno ed è tempo di iniziare i preparativi per la festa delle Lanterne. Al dodicesimo giorno si ritagliano le lanterne, nel tredicesimo si accende il fuoco della stufa della cucina in onore del compleanno della Lanterna e il giorno successivo le persone escono per vedere le ultime esibizioni della danza del leone, le sfilate e si recano alle fiere del tempio.


Le celebrazioni di questi 15 giorni sono leggermente diverse a seconda delle regioni, ma includono sempre la festa di Capodanno, l'inizio di fuochi d'artificio, dare soldi fortunati, fare una visita al tempio, addobbare la casa con i distici primaverili, il carattere 福 (fú) o i guardiani della porta e andare alla fiera del tempio.



🌐Seguici sulla nostra pagina Instagram @nuoveviedellaseta

🌐Seguici sulla nostra pagina Facebook Nuove Vie della Seta (https://www.facebook.com/nuoveviedellasetaitalia)



Comentarios


bottom of page