top of page

Giornata mondiale della lingua cinese

Il cinese è dal 1946 una delle sei lingue ufficiali delle Nazioni Unite. Tuttavia, nei primi anni, non era comunemente usato nel lavoro di tutti i giorni. La situazione migliorò dopo il ripristino dei diritti legittimi della Repubblica popolare cinese alle Nazioni Unite nel 1971. Due anni dopo, l'Assemblea Generale incluse il cinese come lingua di lavoro e fu seguito nel 1974 dal Consiglio di Sicurezza. Da allora sempre più uffici e membri del personale lavorano con la lingua cinese.


Le Nazioni Unite sono solite celebrare il multilinguismo e la diversità culturale, nonché promuovere in tutta l'Organizzazione la parità di uso di tutte e sei le lingue ufficiali. Per la lingua cinese è stata scelta come giornata mondiale il 20 aprile in omaggio a Cangjie, una figura leggendaria della tradizione cinese. Egli era un ministro del leggendario Imperatore Giallo (黄帝, huáng dì) e secondo molti testi risalenti al Periodo dei Regni Combattenti, fu l’inventore dei caratteri cinesi. La leggenda narra che avesse quattro occhi e quattro pupille, e quando inventò i caratteri, “il cielo fece piovere miglio e gli spiriti maligni piansero tutta la notte” (dal libro Huainanzi, scritto nel 139 a.C. dagli Otto Immortali di Huainan). Da quel momento in poi i cinesi celebrano Cangjie il 20 aprile, che corrisponde al sesto termine solare del calendario cinse, noto come giorno di Guyu (“Pioggia di miglio”).


Un’altra versione della leggenda racconta che l'Imperatore Giallo, dopo aver unificato il suo regno, ordinò a Cangjie di inventare un sistema di scrittura, per sostituire il sistema di notazione delle corde annodate. Cangjie si stabilì vicino ad un fiume e lavorò a lungo, ma senza ottenere risultati; finché un giorno, una fenice cinese fece cadere davanti a lui un pezzo di terra indurita che recava impressa un'impronta. In quel momento un cacciatore giungeva sulla strada, e Cangjie gli chiese se riconoscesse o meno l'animale che aveva lasciato quell'impronta. “È un pixiu” rispose senza esitare il cacciatore. Questa fu una rivelazione per Cangjie che iniziò ad osservare qualsiasi cosa cercandovi un segno che la rendesse immediatamente riconoscibile. L'Imperatore Giallo, soddisfatto, fece diffondere l'uso della sua scrittura in tutto il paese.



🌐Seguici sulla nostra pagina Instagram @nuoveviedellaseta

🌐Seguici sulla nostra pagina Facebook Nuove Vie della Seta (https://www.facebook.com/nuoveviedellasetaitalia)




Comments


bottom of page